Fototerapia UVB-NB che cos'e'?

La fototerapia è una metodica terapeutica basata sull'impiego di apparecchiature in grado di riprodurre artificialmente i raggi ultravioletti e simulare in tal modo l'azione benefica del sole. La fototerapia utilizza i raggi ultravioletti UVB-NB (UVB a banda stretta 311-313 nm), per il trattamento di alcune malattie della pelle come per esempio la psoriasi, la vitiligine, la dermatite atopica, i linfomi cutanei, la micosi fungoide, la mastocitosi e la prurigo nodulare.

COME SI EFFTUA IL TRATTAMETO?

Le sedute di fototerapia vengono effttuate in cicli di 2-3 sedute a settimana, con progressivo aumento della dose dei raggi, tramite cabine o lampade mani-piedi. La dose viene attentamente monitorata ad ogni trattamento. A seconda del tipo di pelle del paziente, delle condizioni di salute e della patologia vengono effettuati protocolli diversi che possono prevedere anche l’applicazione di farmaci topici e/o sistemici. Nel caso che, per qualsiasi motivo, venga saltata una seduta la dose di raggi UV successiva verrà aggiustata dal personale addetto ma la terapia può venire regolarmente continuata. Nel caso di sospensioni lunghe la ripresa della terapia dovrà essere discussa con il medico.

COSA MI POSSO ASPETTARE DALLA TERAPIA CON LAMPADE UVB?
Comunemente la fototerapia induce una progressiva riduzione, spesso fino alla completa scomparsa, di tutti i sintomi e segni della malattia in circa 8 pazienti su 10. In alcuni pazienti, si osserva un mancato miglioramento del quadro clinico o addirittura un peggioramento. In questi casi si agisce o aggiungendo altri farmaci alla terapia o sospendendo il trattamento e passando ad un’altra terapia.

POSSO DONARE IL SANGUE SE FACCIO LA FOTOTERAPIA?
Non c’è nessun rischio nel donare il sangue durante la fototerapia.
POSSO FARE LE VACCINAZIONI? Durante il ciclo di trattamento con fototerapia si può effettuare i vaccini.

POSSO ASSUMERE FARMACI DURANTE LA FOTOTERAPIA?
E’ necessario comunicare al medico e al personale infermieristico della dermatologia ogni nuova assunzione di farmaci perché alcune terapia (come per esempio alcuni antibiotici) non possono essere assunte durante il trattaemnto fototerapico.

POSSO PRENDERE SOLE DURANTE IL TRATTAMENTO? E’ consigliato non associare alla fototerapia l’esposizione al sole in quanto non è più possibile dosare la quantità precisa di raggi a cui il paziente si è sottoposto e si può incorrere nel rischio di ustioni.

CI SONO EFFETTI SULLA GRAVIDANZA?
Poiché non necessita dell´assunzione di farmaci, la fototerapia UVB a banda stretta è particolarmente vantaggiosa durante la gravidanza e nei pazienti per i quali alcuni trattamenti sistemici potrebbero essere controindicati.

QUALI SONO I RISCHI ASSOCIATI ALLA FOTOTERAPIA?
Glie effetti colatterali della fototerapia si possono distingue in acuti, cioe’ che si sviluppano subito dopo la seduta, ed effetti collaterali a lungo termine.

Gli effetti collaterali acuti della fototerapia UVB a banda stretta comprendono arrosamento della pelle (eritema), prurito e recidive di infezione da herpes.

Gli effetti collaterlia lungo termine si verificano nel tempo quando la fototerapia e’ particolarmente prolungata o frequentemente ripetuta negli anni. Gli effetti collaterali a lungo termine sono rappresentati dall’invecchiamento della pelle e dalla comparsa di tumori cutanei. Il tumore della pelle piu’ pericoloso, il melanoma, non sembra’ pero’ aumentare nei pazienti che hanno effettuato fatoterapia.