Le Afte cosa sono e come trattarle

Le Afte sono piccole lesioni poco profonde che si sviluppano sui tessuti molli in bocca o alla base delle gengive. A differenza delle lesione da herpes labiale, afte non si verificano sulla superficie esterna delle labbra e non sono contagiose. Le Afte possono essere anche molto dolorose e possono rendere difficile mangiare e parlare.


La causa precisa delle afte rimane poco chiara, anche se i ricercatori sospettano che rappresentino una combinazione di diversi fattori che contribuiscono alla comparsa di focolai, anche nella stessa persona.

Possibili fattori scatenanti per le afte sono:

-Un lieve infortunio alla bocca da lavoro dentale, da un lavaggio dei denti troppo zelante, traumi da sporto da cibi, o un morso sulla guancia

- Dentifrici e collutori contenenti sodio laurilsolfato
- Intolleranze alimentari, in particolare per il cioccolato, caffè, fragole, uova, noci, formaggio e cibi altamente acidi, come ad esempio ananas
- Una dieta priva di vitamina B-12, zinco, folati (acido folico) o ferro
- Una reazione allergica ad alcuni batteri in bocca
- Helicobacter pylori, gli stessi batteri che causano ulcere peptiche
- Cambiamenti ormonali durante le mestruazioni
- Lo stress emotivo

Le Afte possono verificarsi anche a causa di alcune patologie come ad esempio: la celiachia, il morbo di Crohn e la colite ulcerosa.

Inoltre esiste una rara malattia chiamata malattia di Behcet, che causa l'infiammazione in tutto il corpo, compresa la bocca determinando afte grandi e frequenti.

Il trattamento delle afte di solito non è necessario perche' scompaiono da sole in una o due settimane. Ma afte grandi, persistente o particolarmente dolorose hanno bisogno di cure mediche.

Se si hanno diverse afte, il dermatologo può prescrivere un colluttorio contenente il desametasone steroide per ridurre il dolore e l'infiammazione. Sospensioni orale della tetraciclina possono anche ridurre il dolore e ridurre i tempi di guarigione.
Steroidi per via orale possono essere prescritti quando gravi afte non rispondono ad altri trattamenti, ma sono di solito considerato l'ultima risorsa.

Il dermatologo può inoltre prescrivere un integratore nutrizionale se si consumano basse quantità di sostanze nutritive importanti, come folati (acido folico), vitamina B-6, vitamina B-12 o zinco.