Infezione dei pelli delle ascelle - Tricomicosi

La Tricomicosi ascellare è una infezione batterica superficiale peli delle ascelle. E'caratterizzata da noduli gialli, neri o rossi o granulari o concrezioni che si attaccano al fusto del capello. Il nome di questa malattia è fuorviante perché la tricomicosi è di origine batteric piuttosto che una infezione fungina come si credeva in passato.

La tricomicosi ascellare causata dalla crescita eccessiva di Corynebacterium (principalmente Corynebacterium tenuis) e fondamentalmente concrezioni costituiti da batteri fitto. Preferiscono le zone umide del corpo in tal modo influenzare principalmente peli delle ascelle, e, in misura minore, i peli pubici (trichomycosis pube).

La tricomicosi ascellare si verifica sia nei maschi che nelle femmine di tutte le razze. Sembra essere più comune negli uomini rispetto alle donne, ma questo è perché molte donne radendosi i peli delle ascelle rendo piu' difficile l'infezione.

Quali sono i segni e sintomi della tricomicosi ascellare?

Di solito la condizione è asintomatica e tutto ciò che si nota è ascelle sudate che emanano cattivo odore. Ad un esame attento si notano, 1-2 mm di concrezioni di colore giallo, rosso o nero che si possono trovare a circondare il fusto del pelo, rendendolo in rilievo o più spesso. Il sudore può essere colorato secondo il colore delle concrezioni e può macchiare i vestiti. Le concrezioni gialli sono le più comuni, mentre rosso e nero si vedono più spesso nei pazienti che vivono nei climi tropicali. Raramente, i batteri possono invadere e distruggere il fusto del capello.

Qual è il trattamento della tricomicosi ascellare?

La tricomicosi ascellare è una condizione benigna che non ha alcuna complicazione. Il modo più veloce per sbarazzarsi del problema è quello di radere l'area colpita. Per trattare la parte possiamo usare applicazioni topiche di pomate o gel a base di perossido di benzoile o preparazioni antibatteriche topiche di clindamicina o eritromicina. E' inoltre importante mantenere l'ascella pulito e asciutto per prevenire le recidive della malattia. Obesità , iperidrosi , scarsa igiene locale e ambienti caldi e umidi sono fattori predisponenti comuni .